Quanti passi bisogna fare al giorno per sentirsi in forma?

Quanti passi bisogna fare ogni giorno? Scopri cosa consiglia l’OMS e perché camminare fa bene al nostro corpo e non solo.

L’essere umano è per sua natura un eccellente camminatore, e lo dimostra il modo in cui il nostro corpo si è evoluto nel corso dei millenni. I nostri piedi, le gambe, perfino la schiena e le braccia: siamo programmati per muoverci, raggiungere nuove destinazioni e nuovi orizzonti.

Camminare fa bene, c’è poco da aggiungere: la camminata distende i nervi, schiarisce la mente e ci fa sentire meglio dal punto di vista fisico e mentale. C’è chi dice perfino che, col giusto numero di passi ogni giorno, si può perfino dimagrire!

Quanti passi bisogna fare al giorno?

Quanti passi bisogna fare al giorno?

L’OMS, ovvero l’Organizzazione Mondiale della Salute, ci raccomanda da ormai tanti anni di fare almeno diecimila passi al giorno. Diecimila da spalmare lungo tutto l’arco della giornata, senza pressioni, ma rimanendo comunque attivi e positivi. Sembrano tanti e, per chi fa un lavoro sedentario per cui si trova spesso alla scrivania, lo possono essere davvero. Tuttavia, diecimila passi sono un traguardo perfettamente raggiungibile, a patto di ritagliarsi ogni giorno un po’ di tempo da dedicare al proprio benessere.

Perché camminare fa così bene?

Perché camminare fa così bene?

Partiamo col dire che la camminata è un tipo di attività fisica a basso impatto, ovvero che difficilmente arriva ad alzare la frequenza cardiaca, obbligandoci a uno sforzo intenso. La camminata è però l’attività fisica per antonomasia che, salvo particolari indicazioni, tutti possiamo svolgere.

Alla camminata si possono attribuire tre funzioni in particolare: aumenta il consumo energetico, allena l’organismo dal punto di vista aerobico e produce una sensibile riduzione dello stress psicologico.

Il numero di passi da fare al giorno è uguale per tutti?

Il numero di passi da fare al giorno è uguale per tutti?

La verità è che l’OMS ha fornito delle linee generali, ma in realtà il numero giornaliero giusto di passi dipende da chi sei!

Ci sono tanti fattori che incidono sul numero di passi che dovresti fare ogni giorno. Alcune persone hanno un metabolismo molto lento che non può essere accelerato attraverso l’esercizio e una dieta sana. Altre persone soffrono di problemi alle ginocchia o alle articolazioni per cui camminare è difficoltoso, specialmente a passo sostenuto.

Età, forma fisica, caratteristiche individuali possono fare la differenza sul numero di passi davvero significativi per il benessere del tuo corpo. Si può affermare però che camminare per un certo quantitativo di tempo, a passo sostenuto, possa dare risultati. Quanto dovrebbe essere lungo questo periodo devi capirlo tu, in base al tempo a disposizione e anche alla tua volontà.

Si può dimagrire camminando?

Si può dimagrire camminando?

Chi cammina e si muove regolarmente consuma una quantità di energia (calorie) maggiore rispetto a chi conduce una vita sedentaria. Sebbene la camminata si mantenga decisamente sotto i livelli di consumo della corsa, il suo effetto dimagrante varia in base all’intensità dell’attività fisica, alla durata dello sforzo e all’inclinazione del suolo.

Inoltre, più il corpo è pesante, più il consumo energetico della camminata è rilevante. In pratica camminare 30 minuti al giorno può fare una bella differenza per coloro che sono sovrappeso, ma potrebbe non dare gli stessi risultati a una persona che non ha bisogno di perdere chili.

Mezz’ora di camminata al giorno

Mezz’ora di camminata al giorno

Se non hai problemi fisici che potrebbero rendere difficoltosa la camminata, ti consigliamo di cominciare con 30 minuti al giorno da aggiungere al movimento che fai già. Fai in modo che la camminata sia veloce e il tuo battito si mantenga alto, ma non troppo.

Le prime volte dovrai costringerti ad andare fuori casa a camminare. Col passare del tempo, la tua mente svilupperà un naturale piacere per questa semplice attività, così sana e rilassante, e smanierai all’idea di mettere un piede davanti all’altro e concederti un momento tutto per te. Lentamente, ti accorgerai che mezzora non ti basta più: vorrai trattenerti fuori più a lungo, per fare sport all’aria aperta.

Mentre le giornate si riscaldano e le ore di luce aumentano, l’idea di uscire a fare due passi sembrerà meno sciocca e si farà strada in te un desiderio di stare all’aperto. Queste sono le basi di partenza ideali per lunghe passeggiate o, magari, per avviarsi verso sessioni di corsa o jogging. In ultimo, ricorda: le scarpe sono importantissime per una camminata confortevole!