Quante volte andare in palestra a settimana per vedere i risultati?

Dalle 2 alle 5 sessioni di allenamento da 30-40 minuti: ecco quante volte andare in palestra alla settimana e perché.

Finalmente hai (ri)trovato la motivazione per iscriverti in palestra, hai scelto il tuo centro fitness preferito e attivato l’iscrizione, garantendoti libero accesso alla sala e a una ricca offerta di corsi. A questo punto ti sorge però un dubbio: quante volte andare in palestra in una settimana?

Niente paura, trovare la frequenza di allenamento perfetta è un problema che può riguardare non solo i neofiti, ma anche chi già si allena con costanza. Non è sempre così semplice stabilire infatti quale sia il giusto numero di allenamenti che possano garantire il raggiungimento degli obiettivi di fitness, senza affaticare eccessivamente il corpo e permettendogli il giusto recupero.

Quante volte andare in palestra a settimana?

Quante volte andare in palestra a settimana?

La risposta alla domanda “quanti giorni allenarsi alla settimana?” purtroppo non può trovare una risposta univoca, perché non esiste in realtà una regola aurea che determini il numero corretto di sedute di allenamento.

La cadenza con cui allenarsi dipende infatti da una molteplicità di fattori come lo stato di forma fisica in cui ci si trova, l’obiettivo dell’allenamento, lo stile di vita, la dieta e il metabolismo, la disponibilità individuale o il tipo di allenamento stesso. Scegliere una disciplina sportiva piuttosto che un‘altra o allenarsi in monofrequenza (stimolando cioè solo alcuni muscoli per sessione) oppure in multifrequenza (allenando invece più muscoli in ogni giornata), sono fattori che possono incidere parecchio sulla frequenza suggerita e sull’organizzazione del piano di allenamento.

Generalmente viene consigliato di allenarsi un numero di volte compreso tra le 2 e le 5 a settimana, per riuscire a tonificare i muscoli, perdere massa grassa e aumentare la propria massa muscolare, considerando sessioni di allenamento di almeno 30 o 40 minuti ciascuna.

L’ideale è poi iniziare gradualmente, per arrivare ad aumentare le sessioni in palestra secondo una progressione ben studiata.

Meglio andare in palestra di mattina o di sera?

Meglio andare in palestra di mattina o di sera?

C’è chi preferisce mettere il centro fitness come primo appuntamento del mattino e chi ama uscire dall’ufficio e correre in palestra: tu di che team sei? Le due opzioni, allenarsi la mattina o la sera, hanno entrambe dei pro da considerare.

Allenarti la mattina offre al tuo fisico una serie di benefici preziosi. Ad esempio, fare sport dà al corpo e alla mente la giusta energia per iniziare la giornata e attiva il metabolismo e il sistema cardiovascolare: anche se fisiologicamente un po’ più lenti al mattino, grazie all’allenamento questi possono svegliarsi a dovere e funzionare più efficientemente anche nel corso dell’intera giornata.

Il corpo, inoltre, durante l’allenamento aumenta la sua temperatura corporea e la mantiene su livelli più elevati anche nelle ore successive all’allenamento, con buoni vantaggi specialmente nella stagione invernale.

Andare in palestra la sera invece, dopo una giornata al lavoro, può aiutarti enormemente a scaricare tutto lo stress accumulato, eliminando preoccupazioni, ansia e nervoso, permettendoti quindi di staccare la spina e rilassarti completamente. Allenarsi troppo tardi però nasconde anche qualche contro: stimolare i muscoli e mandare in circolo adrenalina potrebbe compromettere la qualità del sonno e arrivare in palestra già stanchi dopo lunghe ore di lavoro può mettere il corpo in una condizione di inferiore produttività e maggior rischio di infortuni.

Un piano graduale di allenamento

Un piano graduale di allenamento

Se sei nei primi step del tuo percorso in palestra è assolutamente consigliabile procedere per gradi, iniziando ad andare in palestra due volte a settimana e aumentando nel corso delle settimane o dei mesi la frequenza di allenamento. Due è il numero minimo di sessioni di training settimanali, per consentire al corpo di iniziare a ricevere i primi stimoli e sentire i primi adattamenti in termini di massa muscolare o perdita di peso.

Andando in palestra tre volte la settimana si possono iniziare a impostare programmi di allenamento più completi e strutturati, passando eventualmente a quattro volte a settimana quando la forma fisica lo consente. Una simile frequenza non è adatta ai neofiti, bensì a chi ha un livello di preparazione intermedia o avanzata.

Alzando la frequenza a cinque o sei volte la settimana, si entra in un campo riservato a chi ha un livello di allenamento decisamente avanzato. Scegliere questa frequenza significa andare in palestra due giorni consecutivi, ma anche affrontare un piano di allenamento impegnativo dal punto di vista mentale e sociale: molto del tempo libero sarà infatti in questo caso dedicato alla palestra.

Si può andare in palestra tutti i giorni?

Si può andare in palestra tutti i giorni?

Quando ci si allena non per competere a livello agonistico, ma per mantenere un ottimo livello di forma fisica, allora è consigliabile mantenere almeno uno o due giorni di riposo alla settimana, in modo da non affaticare l’organismo in maniera eccessiva. Allenarsi 7 giorni su 7 è infatti una pratica generalmente sconsigliata, poiché comporta di fatto l’impossibilità di recupero fisico, ma anche mentale, condizioni pericolose specialmente se protratte nel lungo periodo.

Il programma di training perfetto è comunque quello che tiene conto sempre di un fattore essenziale: tu. La tua voglia di stare in forma, di divertirti e di stare bene con te stesso dovrebbero essere le linee guida fondamentali che orientano non solo la tua scheda di allenamento, ma tutte le tue scelte di ogni giorno!