Che differenza c’è tra bagnoschiuma, bagnodoccia o docciaschiuma?

Scopri che differenze ci sono tra bagnoschiuma, bagnodoccia e docciaschiuma, e come utilizzarli al meglio.

I minuti dedicati alla doccia sono per molti classificati tra i più piacevoli della giornata e un bagno rilassante è uno di quei rituali ai quali è davvero difficile rinunciare: il vapore caldo di una vasca piena di schiuma è una tentazione davvero irresistibile. Per fare di questi momenti un vero toccasana per il benessere, del corpo e della mente, è però importante scegliere sempre i prodotti più giusti, tra i molti in commercio.Una delle domande che più spesso ti sei trovato a fare potrebbe essere ad esempio “Qual è la differenza tra docciaschiuma e bagnoschiuma?”. Non è infatti chiaro a molti quali siano le caratteristiche distintive dei due prodotti e come scegliere al meglio quello più adatto per le proprie abitudini e per la propria pelle. Sono davvero così diversi? Quando e come vanno utilizzati? Cerchiamo di capire insieme quale alternativa scegliere per la tua beauty routine.

Che differenza c’è tra bagnoschiuma e docciaschiuma?

Che differenza c’è tra bagnoschiuma e docciaschiuma?

Il bagnoschiuma è l’alleato perfetto per la tua cerimonia del bagno ed è formulato in particolar modo per essere diluito nell'acqua calda della vasca. Si tratta infatti di un prodotto con una buona concentrazione, che solitamente contiene una maggiore quantità di tensioattivi, ossia i principali ingredienti lavanti dei detergenti.Il docciaschiuma, invece, è studiato per essere utilizzato prevalentemente sotto la doccia: si tratta di prodotti con un’equilibrata quantità di tensioattivi, un pH generalmente fisiologico e spesso arricchiti da sostanze idratanti, emollienti e protettrici della pelle.Se generalmente il bagnoschiuma fa capolino sulla mensola della tua toilette, le confezioni dei docciaschiuma, solitamente più piccole, sono pensate per essere dei partner perfetti anche in viaggio. Ideali, ad esempio, per una doccia veloce dopo l’attività sportiva, oppure trasportati in vacanza o in trasferta di lavoro.Quindi, meglio bagnoschiuma o docciaschiuma? La regola d’oro per scegliere tra i due contendenti è valutare attentamente l’uso che dovrai farne, optando per un buon docciaschiuma se solitamente preferisci praticità e versatilità sotto una doccia rinfrescante. Oppure riservando l’utilizzo del tuo bagnoschiuma preferito ai tuoi rituali di bellezza più lunghi e dall’effetto relax. In ogni caso, puntando su prodotti di qualità, le due alternative possono essere entrambe ottime scelte per la detersione quotidiana.Preferisci inoltre sempre prodotti con agenti delicati e, soprattutto se la tua pelle è particolarmente sensibile, prediligi prodotti contenenti ingredienti specifici e capaci di rispettare sempre l’equilibrio fisiologico della pelle.

Le alternative: bagnodoccia, docciashampoo e oli

Le alternative: bagnodoccia, docciashampoo e oli

Se la scelta tra docciaschiuma e bagnoschiuma può già essere ardua, sappi che esistono ulteriori alternative sulla scena. Ad esempio, i bagnodoccia. Prodotti ideati e creati per essere utilizzati in due modalità: sia diluiti nell'acqua della vasca, sia puri, sotto il getto della doccia. Un uso duplice per lo stesso detergente, che sfrutta i vantaggi di bagnoschiuma e docciaschiuma e trova un perfetto equilibrio tra le formulazioni specifiche dei due prodotti.I docciashampoo sono invece formulati per essere utilizzati sia sulla cute che su capelli e cuoio capelluto. Anch’essi trovano largo consenso tra chi fa una vita particolarmente dinamica e necessita di un detergente multiuso equilibrato e delicato su tutto il corpo, da portare sempre con sé.Se invece desideri sentire la tua pelle incredibilmente morbida e vellutata anche appena uscito dalla doccia o dalla vasca da bagno, puoi scegliere prodotti come gli oli da bagno oppure gli oli doccia, in grado di nutrire l’epidermide e offrire un ottimo connubio tra detersione e idratazione.